Avv. Elisa Grassi

 

Nasce a Pisa, ove studia ed intraprende il proprio percorso professionale collaborando con uno Studio locale.

Nel 2005 si trasferisce a Milano, con l’intento di approfondire le proprie competenze in materia di proprietà industriale e intellettuale. Dal 2005 al 2009 lavora come legale presso alcuni primari studi milanesi specializzati nel settore della proprietà intellettuale.

Nel 2009, forte dell’esperienza milanese, decide di tornare in Toscana ove opera tuttora quale avvocato indipendente, sia in ambito civile che penale, ed affianca numerosi professionisti locali in problematiche di diritto industriale e intellettuale.

E’ specializzata in attività di consulenza e contenzioso (giudiziario ed amministrativo) in materia di segni distintivi, design e brevetti, segreto industriale nonché in materia di concorrenza sleale.

Ha inoltre maturato una notevole esperienza in tema di tutela del consumatore e diritto della pubblicità, svolgendo consulenza preventiva in tale settore ed assistendo numerosi Clienti in procedure di fronte allo IAP (Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria) e/o avviate dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Fornisce assistenza completa nelle fasi di deposito, concessione, trascrizione e rinnovo di marchi e design, in Italia, a livello comunitario e internazionale.

Offre inoltre assistenza legale alle imprese in materia di recupero crediti, responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, contrattualistica commerciale.

Assiste imprese e privati nel settore del diritto d’autore, soprattutto in ambito musicale e delle arti figurative.

Dal 2014, grazie al conseguimento di una borsa di Alta formazione e Ricerca con l’Università di Firenze, comprensiva di un’internship presso KU Leuven Research & Development (Belgio) e successivamente di un assegno di ricerca presso la Scuola Superiore Sant’Anna ha maturato notevole esperienza nel settore della protezione e della valorizzazione della proprietà intellettuale universitaria e nel trasferimento tecnologico.

Opera sia in lingua italiana che in lingua inglese.

 

Stampa Email